"Non di solo Cibo": esperienze introspettive e digiuni guidati

Centro "CHORA" - Castiglioncello, Livorno (Toscana)

 

"Non di solo cibo": esperienze introspettive e digiuni guidati

Prossimo seminario: D.10 aprile 2011 (0re 9,30-18,30)

momento intenso di condivisione, con l'aiuto di Walter Giubbilini (costellatore familiare), con lo yoga di Fernanda Bettio
…….. l’acqua sorgiva di Podernuovo e le mie tisane!

- Tatiana Paoli -

 

il programma della giornata di domenica prevede, (FRA L'ALTRO):
*le frizioni ed i lavaggi appena alzati
*gli esercizi di pranayama
*cosa succede oggi nel mio corpo " a riposo"
*la meditazione camminata nel prato
*le risorse dell'acqua e le tisane che aiutano la disintossicazione
*programmazione individuale del menù della settimana. Le combinazioni alimentari che aiutano a perdere peso

Per iscrizioni e informazioni: Tatiana Paoli 333.4389955, Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo ;
oppure: Walter Giubbilini 328.1123348, Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo .

* * *

 

Note sulla disintossicazione

La disintossicazione primaverile trae origine dal naturale estinguersi delle scorte invernali di cereali e legumi e l’attesa del nuovo raccolto: qualche tenero germoglio e un po’ di frutta secca sono per molti popoli l’unico cibo per intere settimane; l’osservazione della longevità di queste tribù ha portato ad una revisione in chiave scientifica di abitudini alimentare che, proprio seguendo questi ritmi naturali a cui l’uomo è abituato da millenni, possano aiutarci ad avere una qualità di vita-salute migliore.
Sappiamo quindi che la ritmicità che è impressa nella nostra fisiologia, trae grande vantaggio da pratiche anche estremamente semplici legate all’assunzione del cibo, specie se hanno una precisa ripetitività: basta pensare al “venerdì di magro” o alla Quaresima che sono state assunte come regole dalla nostra religione , anche se poi abbandonate recentemente.
Che cosa possiamo quindi fare per dare benefico riposo al nostro sistema digerente?
L’esperienza di disintossicazione fatta insieme , vuole essere solo un’esperienza che induce un momento di riflessione :
Quando mangio ho veramente fame oppure è solo l’abitudine che mi guida?
Che cos’altro in realtà mi necessiterebbe?
Ma sono anche domande relative all’aspetto organolettico degli alimenti che dovremmo porci:
Quello che mangio, mi nutre veramente? Serve al mio organismo per mantenersi sano o solo per affaticarlo?
Partendo quindi dal riconoscere il legame fra cibo e salute, possiamo “rivisitare” con molta “tranquilla attenzione” le nostre giornate alimentari e, rispettando gusti e abitudini, semplificare i nostri pasti, cioè cominciare gradualmente a togliere quei cibi complessi che l’industria alimentare prepara per noi, ricordando che purtroppo il loro unico fine è il lucro personale e non la nostra salute: dai dadi da brodo ai sughi pronti, dai prodotti dolciari agli scatolami , dai precotti alle salse ....ecco, lasciamo che questi siano solo cibi “d’emergenza” e abituiamoci a preferire il fresco, cucinato al momento, nel rispetto delle ricette tradizionali, magari riviste in un’ottica di risparmio calorico per quello che riguarda la parte lipidica:
a questo proposito, apriamo quindi una parentesi sulla qualità dei cibi che accuratamente sceglieremo: dovrà essere salvaguardata al massimo per quelli che sono gli alimenti base della nostra quotidianità: olio extra vergine d’oliva, cereali e legumi biologici, pane a lievitazione naturale, acqua....
Un’attenzione particolare sarà posta nel rispettare la stagionalità dei vegetali, perché seguendo il naturale arrivo sul mercato di frutta e verdura eviteremo i prodotti di serra, i più “forzati” e quindi maggiormente chimicamente trattati nelle diverse fasi: dalla concimazione alla conservazione.
Tutto questo può sembrare inizialmente laborioso, ma dopo un primo momento di ...disorientamento, si evidenzieranno i benefici, sia sotto il profilo fisico che psichico e a questo si aggiungerà il piacere di nuove e continue scoperte sensoriali....quello che io chiamo un “viaggio di scoperta” che non finisce mai!
L’altro punto fondamentale dell’alimentazione naturale, che si riallaccia alla semplificazione, è il ritorno ad un pasto estremamente sobrio, dove il “piatto forte” sia esso vegetale che animale secondo le nostre scelte, si accompagna solo a vegetali crudi e cotti a volontà : l’abbondanza “apparente” in cui siamo immersi ci porta spesso a mangiare troppo sia come quantità che come numero di alimenti proteici nello stesso pasto e questo è sicuramente l’aspetto che più nuoce, giorno dopo giorno alla nostra salute!
Una proposta attuabile è quello di lasciare un pranzo pluriportate al giorno di festa......Natale o Pasqua .....magari anche per il compleanno! In questa maniera, ancora una volta, potremmo scoprire quanta energia in più, non impiegata per digerire pranzi copiosi, ci resta per fare altre cose piacevoli nella nostra giornata!

Una volta assimilate queste “abitudini” di base, potremmo dedicarci a riordinare la nostra giornata alimentare, distribuendo, secondo l’attività svolta e gli orari, carboidrati e proteine in modo che niente manchi al nostro nutrimento; da qui passeremo all’inserire nella settimana tutti i vari gruppi di alimenti: uova, pesce, legumi, formaggi dedicando loro un giorno a rotazione.
Troveremo a questo punto spazio per ....il ritmo di cui abbiamo parlato all’inizio , che oltre ad inserirsi come intervallo fra un pasto e l’altro, potrà tradursi in qualche abitudine precisa , da ripetere periodicamente, anche molto piccola come, per esempio, a mangiare solo frutta cotta la domenica sera magari perché si abbonda col pranzo, oppure bere solo un centrifugato di verdura dopo la pratica settimanale di yoga o qualsiasi altra possibilità sentiate possibile rispetto alla vostra quotidianità.

*********

Appuntamenti trascorsi:

19-20 SETTEMBRE 2009
DEPURARSI E RIGENERARSI CON L’UVA
Conducono in gruppo Tatiana Paoli – erborista, op. nutrizionista e Stefania D’Echabur -estetista
****
D. 29 marzo 2009
"Introduzione al digiuno disintossicante"
con Tatiana Paoli e Walter Giubbilini
***