Il primo nutrimento PDF Stampa E-mail
Scritto da Walter Giubbilini   

Il primo nutrimento (Scarica intero testo in .pdf)

Introduzione
Il rapporto tra madre e neonato è un campo giustamente minato in quanto
si ha a che fare con sentimenti profondi, fantasie inconsce, comunicazioni nonverbali ed esperienze pre verbali.
Esso si sviluppa a partire dalle fantasie della stessa madre presenti in lei fin
da prima della nascita del figlio. In particolare, durante la gestazione si
registrano spesso nelle madri preoccupazioni più o meno consapevoli: « [...] Le
preoccupazioni della donna prima del concepimento spesso riguardano la
capacità di rimanere incinta, la fantasia soggiacente è di avere qualche difetto
nell’apparato riproduttivo. Durante la gravidanza, soprattutto nei primi mesi, il
timore è di aver concepito un bambino portatore di una malformazione fisica; la
vita onirica è spesso ricca di immagini mostruose, di personaggi o insetti che
invadono. Negli ultimi mesi, quando la presenza del feto diventa “ingombrante”, i pensieri consci riguardano la paura del parto, la minaccia dell’incolumità fisica.
La donna desidererebbe evitare l’evento che mantiene il carattere di un’incognita pericolosa, nonostante la presenza sul territorio di qualificati reparti d’ostetricia e ginecologia. Le fantasie ed i sogni più frequenti di questo periodo sono di subire aggressioni fisiche.
Ho fatto questa premessa per sottolineare come, ancor prima del
concepimento e durante tutta la gestazione, la relazione madrebambino
sia caratterizzata da sentimenti di ambivalenza che indicano l’esistenza di un
conflitto. [...] » ............

 
< Prec.